L’ISOLA DELLA SALVEZZA di FRANCESCO COMELLO
Courtesy FUJIFILM Italia

OLTRE IL BENE, AL DI LA’ DEL MALE IL MONDO DIMEZZATO DEL VISCONTE di STUDENTI ISTITUTO ITALIANO DI FOTOGRAFIA
A cura di Roberto Mutti
27 febbraio 2018
WS Klosek/Galimberti
28 febbraio 2018

L’ISOLA DELLA SALVEZZA di FRANCESCO COMELLO
Courtesy FUJIFILM Italia

VILLA POMINI

Via Don Luigi Testori, 14 - Castellanza (Va)

18 marzo – 15 aprile 2018

orari di apertura: venerdì 17-19 / sabato 15-19 / domenica 10-12,30 / 15-19 – Ingresso libero

Chiuso domenica 1 aprile - Pasqua

La chiamano “L’isola della salvezza” gli abitanti di questa comunità nascosta e silenziosa. Quando ci passi vicino, sulla trafficata strada che da Mosca porta a Yaroslav, quasi non ti accorgi della sua esistenza, eppure è un centro spirituale, educativo e culturale unico in tutta la Russia. Fondata nei primi anni 90 da un prete ortodosso, doveva 

essere inizialmente una confraternita di una trentina di persone, riunite per vivere insieme secondo i principi del vangelo e dei santi padri. Con il tempo è diventata una comunità che oggi accoglie 300 ragazzi, molti dei quali disadattati o con problemi familiari. Niente Tv, internet, cellulari e niente denaro, considerati mali della società.  Si zappa la terra, si studia, si balla. Si forgia l’anima e si allena il corpo.  I valori supremi sono Dio e la patria. Un’utopia educativa fuori dal mondo ma immersa nella storia, dove l’impegno di tutti per un cambiamento individuale e crescita armoniosa mantiene viva la speranza. 
 Francesco Comello è nato a Udine nel 1963.  Dopo aver frequentato la Scuola d’Arte, si diploma e comincia a lavorare nel campo della grafica pubblicitaria e dell’illustrazione. Fin dal tempo della scuola si appassiona di fotografia, ma solo in questi 10 anni intensifica il suo interesse, con l’intento di produrre dei racconti fotografici. Per far questo compie dei viaggi che lo mettono in contatto con realtà lontane e culturalmente diverse dalla sua. Numerose le esposizioni personali e collettive cui ha partecipato: Colletiva FacePhotoNews – Sassoferrato (2014); Personale Galleria San Fedele – Milano (2013), partecipazione alla mostra “Uno sguardo inadeguato” di Francesco Zizola (CIFA 2013); Collettiva Festival di Fotografia Europea – Reggio Emilia (2013); Photo Vernissage Saint Petersburg (2011). Fra i numerosi riconoscimenti ottenuti: 1° premio Rovereto Immagini (2011 e 2014); Autore dell’anno FIAF – Friuli Venezia Giulia (2013); 1° premio 8° e 12° Trieste PhotoFestival (2009-2013); 1° premio Rosignano Fotofestival (2016); 1° premio Spot Light Award World Report Award (2016); 3° premio Prize Daily Life Stories (World Press Photo).