IL BOSCO DEL PENSIERO di FRANCO DONAGGIO
a cura di Sandra Benvenuti

A POEM di LELLI E MASOTTI
A cura di Giovanni Pelloso
24 febbraio 2018
SEI…NEL PARCO DEL TICINO – SEI FOTOGRAFI IN ASCOLTO DELLA NATURA
Franco Sala, Rosalino Torretta, Claudio Torresani, Damiano Villa, Maurizio Pol, Norino Canovi
24 febbraio 2018

IL BOSCO DEL PENSIERO di FRANCO DONAGGIO
a cura di Sandra Benvenuti

ASS.NE CULTURALE BARICENTRO SPAZIO MOSTRE

Via Pola, 6 - MilanO

4-24 aprile 2018

orari di apertura: dal martedì al sabato 11–19 – altri giorni su appuntamento T. 94387188 / 392 1002348 Ingresso libero

A cura di Sandra Benvenuti

 

Le opere di Franco Donaggio si manifestano per cicli. Una sfida all’espressione di significati interiori, tra materialità e spirito, che si compie in modo sempre diverso. Donaggio non insegue le sue fotografie, non si lega ad esse, non le nutre di se stesse. Non se ne appropria, le lascia libere. Libere di restare. Questa è la sua grande singolarità morale.
Ogni nuovo lavoro di Donaggio, è un fluire incessante ed in continua evoluzione, che va a comporre un fantastico ed immenso paesaggio tra chiarezza e mistero.
Un’opera omnia, dalle prime luci dell’alba fino all’ultimo bagliore del giorno.
Eccolo, Il bosco dei pensieri di Franco Donaggio.
Dove si trova, non lo sappiamo. Mai ci capiterà di attraversarlo. Ma quello che conta, la cosa veramente importante, è che Donaggio l’ha visto per noi. Davanti ai nostri occhi si dipana una metafora, un’eco, uno squillo di tromba ultraterrena pronta a risvegliare i nostri antenati. Mostrandoci un mondo che non è cambiato e che è davanti ai nostri occhi da sempre, da prima di noi, eterno eppure ignoto, Donaggio guida il nostro sguardo sul rapporto che lo lega all’uomo, sin dalla sua apparizione. E’ l’artificio, la messinscena. Poiché nulla vi è di naturale in noi se non la Cultura, ogni gesto e ogni nostra azione atta a modificare la realtà, è dettata dalla conoscenza e dal sapere. Quanto questo rapporto diventa stratagemma, mistificazione? Che cosa in noi sia natura o cosa sia artificio, queste fotografie non lo dicono. Ma sulle superfici innevate, dove incombe un cielo gonfio di presagi, striato di luci e che si approssima all’oscurità, molto vi è scritto su ciò che ci spinge ad andare avanti, anche quando la neve è così alta da coprirci le ginocchia. Una linfa ardente che percorre il tempo. L’inesauribile soffio creatore, che ci permette di vedere più avanti e di sentire più in profondità. (Tobia Donà)

Franco Donaggio nasce a Chioggia in provincia di Venezia nel 1958.
Nel 1979 Donaggio si trasferisce a Milano e inizia a operare nel campo della creatività pubblicitaria e della grafica. Nel 1980 l’autore apre nel capoluogo il suo primo studio fotografico.
L’alta professionalità e la continua sperimentazione in tutte le tecniche di ripresa e della camera oscura, portano presto l’autore a collaborare con importanti griffe della moda come Trussardi, Givenchy, Dior, creando nuovi linguaggi estetici che ne rinnovano costantemente il livello professionale e creativo.
Nel 1992 gli viene conferito il premio ‘Pubblicità Italia’ per la fotografia di still life.
Nel 1995 Donaggio realizza il suo primo importante progetto fine art intitolato Metaritratti che lo vedrà vincitore del Kodak Gold Award Italiano per la fotografia di ritratto nel 1996. L’autore dedica sempre maggiore attenzione alla fotografia di ricerca e nel 1997 avvia uno stretto rapporto di collaborazione con la Joel Soroka Gallery di Aspen che lo rappresenterà nel nord America per la vendita nel collezionismo fine art e lo porterà ad essere presente tra le più importanti fiere d’arte fotografica degli Stati Uniti: ‘Photo LA’, Los Angeles; ‘AIPAD show’, New York; ‘Art Fair, Cicago’. Da dieci anni l’autore si dedica completamente alla ricerca artistica, oggi è uno dei più originali e apprezzati artisti italiani che privilegiano l'utilizzo del mezzo fotografico. Donaggio ha realizzato molti progetti, pubblicato, esposto in molte mostre di rilievo in Italia e all’estero.
Nell’ottobre del 2014 Donaggio riceve il premio Rotary Club “Un Lavoro una Vita”. Le opere dell’artista sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private, Donaggio è stato inoltre commissario di tesi all’Istituto Europeo di Design di Milano, visiting professor all'Accademia di Brera e all’Istituto Italiano di fotografia di Milano e all’università Ca Foscari di Venezia.